LB3P_72_H-SMART

Progetto presentato da: Francesco Padula e Gianluca Lattuada

 

La finalità di questo progetto è di fornire un sevizio dedicato agli utenti degli ospedali rendendo smart a 360 gradi la struttura attraverso l’ideazione di un’applicazione per smartphone e tablet e l’installazione di punti multimediali che seguano l’utente in tutte le attività che ruotano intorno alla propria salute. Il pacchetto offerto sarà completamente personalizzabile in base alle richieste del cliente e consentirà di digitalizzare sia la prenotazione degli esami che la consegna diretta dei referti con l’utilizzo di un QR Code. Nell’homepage l’azienda sanitaria diffonderà inoltre news e informazioni in tempo reale circa le iniziative. Le postazioni multimediali saranno il punto di riferimento all’interno dei reparti e consentiranno di registrarsi all’accettazione in una corsia privilegiata rispetto alla procedura standard e con l’utilizzo del marketing di prossimità saranno inviate informazioni mirate di carattere tecnico, logistico e commerciale. A completare il pacchetto tecnologico saranno messi a disposizione dei questionari F.A.Q (Frequently Asked Questions), un form da compilare per avere un contatto diretto con un tecnico che chiarisca gli eventuali dubbi e un forum in cui, in maniera anonima, ci si potrà confrontare con altre persone interessate alla stessa discussione. Infine, saranno presenti diverse estensioni per l’applicazione tra cui una dedicata ai giovani under30 che riguarderà settori specifici come l’andrologia e la ginecologia, l’educazione sessuale (focus su malattie sessualmente trasmissibili) e la psicologia. Viste le maggiori problematiche giovanili e la difficoltà ad avere un primo contatto diretto con un professionista, si è pensato di agevolare il dialogo giovane – medico specialista attraverso un approccio virtuale in cui si chiariranno gli eventuali dubbi e successivamente, essendosi instaurato un rapporto personale di confidenza, si potrà intervenire direttamente in base alle problematiche riscontrate. Il progetto nasce per far sentire il paziente al centro del percorso ospedaliero e per renderlo parte attiva di tutte le attività che ruotano intorno alla propria salute sfruttando i nuovi processi innovativi e tecnologici.