LB6P_066_Dispositivo macchine

Progetto proposto da Mauro Cuccu

L’idea consiste nella creazione di un semplice dispositivo che consenta all’automobile di autoregolarsi riguardo la distanza di sicurezza, evitando incidenti e tamponamenti che sono all’ordine del giorno.

Movimento di persone e non macchine o scooter, per consentire l’attivazione solo in caso di effettiva utilità

FUNZIONAMENTO: il sensore wireless/Bluetooth collegato al sensore nelle strisce e alle fotocellule, riceve il segnale che indica l’attraversamento o l’intenzione di attraversare di uno o più pedoni, è un sensore con annesso segnalatore acustico e luminoso, ed è collegato anch’esso (come nel Sistema A) con la centralina dell’automobile e il pedale del freno, in modo da azionare la frenata del veicolo indipendentemente dalla pressione del freno da parte del conducente, per garantire in ogni caso la sicurezza del pedone. I due sensori dovranno scambiarsi informazioni anche circa la distanza del veicolo dalle strisce, per calcolare la frenata necessaria. Inoltre le estremità delle strisce saranno segnalate visivamente con una vernice apposita, e sarà segnalata anche una piccola area alle estremità in lunghezza delle strisce, dove il pedone potrà mettere i piedi per segnalare la volontà di attraversare.

Variante base con segnalazione acustica e luminosa, variante pro che agisce anche sull’impianto frenante

Molto più semplice dei sistemi veichle to veichle tipo quello della Toyota, e inoltre rispetto ai sistemi anti collisione con frenata assistita, funziona non solo per evitare l’impatto con ostacoli improvvisi, ma agisce ancora prima, in maniera costante, evitando addirittura che i veicoli arrivino alla distanza minima di sicurezza col veicolo che sta davanti, perché prevenire è sempre meglio che curare, e se si può fare ciò in maniera non troppo difficoltosa va anche meglio.