LB2F_90_Linee guida per gli spostamenti

Progetto presentato da: Giuseppe Morone e Fabio Mosciarello

 

Dal primo e memorabile Expo di Londra, del 1851, all’Expo del 2015 di Milano passano ben 164 anni. Anni caratterizzati da evoluzioni storiche e innovazioni tecnologiche che hanno cambiato, e continueranno a cambiare, il modo di vivere nell’ ambiente urbano. Tali evoluzioni ed innovazioni predispongono sempre più l’attore principale della città, l’uomo, a nuovi stili di vita volti al raggiungimento di un benessere sia sociale che economico. Questo ragionamento ci permette proprio di capire come le azioni dell’uomo caratterizzano fortemente gli spazi urbani e quindi la collettività. Durante il periodo dell’Expo l’affluenza di persone è sempre molto elevata e questo comporta, inevitabilmente, degli impatti sul corretto svolgimento della vita nella città (ex: sovraffollamenti delle metro, congestione del traffico).Il nostro obiettivo è quindi quello di perseguire delle soluzioni poste sotto forma di informazioni (da noi chiamate linee guida per gli spostamenti) per quanto riguarda sia gli spostamenti pedonali che gli spostamenti su mezzi pubblici. Tali “linee guida per gli spostamenti” sono racchiuse in degli opuscoli che sono distribuiti alle uscite metro, alle fermate dei bus, alle fermate dei treni, nelle edicole, etc… e che racchiudono una serie di informazioni utili all’utente per spostarsi in modo veloce ed economico da un posto all’altro di Milano. In tal modo si avranno alcuni vantaggi qui di seguito descritti:

– Creazione di percorsi pedonali (linee guida) lungo determinati tratti, possibilmente nelle vicinanze di servizi e negozi, favorendo in tal modo un incremento del PIL locale. Negli opuscoli verranno descritte e rappresentate su mappa quattro differenti linee guida:

 

1- linee guida rosse: percorsi pedonali e tratti da percorrere in metro, in bus o in treno al fine di raggiungere la sede dell’Expo;2- linee guida verdi: percorsi pedonali che hanno lo scopo di “incanalare” gli utenti in aree verdi e parchi di Milano;3- linee guida blue: percorsi che permettono di raggiungere i vari Hotel o B&B del posto mediante l’utilizzo di mezzi pubblici o tramite percorsi pedonali;4- linee guida gialle: percorsi che permettono di raggiungere i vari monumenti storici di Milano.

– Diminuzione delle perdite di tempo per i turisti che sono alla ricerca dei vari luoghi da raggiungere;- Incrementare la possibilità di spostarsi a piedi evitando la congestione del traffico. Questo aspetto comporta una riduzione dell’emissione di sostanze inquinanti per l’atmosfera e quindi un rispetto verso l’ambiente;- Creare una sorta di interconnessione tra più attività del posto, che intendono finanziare questa iniziativa, dando loro la possibilità di avere un elevato numero di turisti;- Possibilità, in caso di efficienza reale del progetto, di utilizzare anche in altri avvenimenti importanti il progetto “linee guida per gli spostamenti”.Inoltra sarà possibile scaricare “l’opuscolo interattivo” da un sito realizzato appositamente per l’Expo di Milano; si tratterà di un software, installabile su computer, telefoni cellulari dotati di GPS, tablet, etc.. che racchiude tutte le informazioni relative alle “linee guide per gli spostamenti”. In particolare possiamo articolare 3 tipologie di intervento informatico:

– Tool informatici: Sviluppo in modalità ASP di strumenti e soluzioni tecnologiche in grado di fornire informazioni specifiche e personalizzate, sia sui servizi di mobilità sostenibile attivati, sia attraverso l’utilizzo della cartografia digitale.- Web: Realizzazione di portali internet per un accesso ai servizi semplice ed immediato.- Help desk: Attivazione di un indirizzo e-mail e un Numero Verde dedicato per un supporto diretto.