LB4P_016_Feedback sociale

Progetto proposto da: Marco De Maria

Come mostra Prigogine i sistemi viventi della biosfera tendono a minimizzare la seconda legge della termodinamica tramite autoorganizzazione, mantenendo uno stato aperto, lontano dall’equilibrio in cui, man mano che l’energia diminuisce, la restante viene fortemente esaltata. Ciò avviene sopratutto grazie a meccanismi di feedback vari che aiutano il sistema a recuperare energia. L’idea, applicata al nostro ambiente, quello sociale, è di proporre meccanismi di recupero di ciò che altrimenti sarebbe un rifiuto attraverso piccole ricompense individuali, poiché esse sono capaci di spingere l’individuo a comportamenti di ”recupero sociale”. In alcune città è possibile ridurre il costo del biglietto del metrò in base al peso delle bottiglie di plastica poste in un apposito macchinario; ciò si potrebbe estendere ad altri materiali, quali la carta, recuperando così lo spreco del volantinaggio, e applicarlo ad altri settori proponendo sconti in base ai rifiuti riciclati. Si potrebbe ridurre lo spreco di risorse alimentari utilizzando i prodotti in scadenza dei grandi negozi, destinati altrimenti alla distruzione, per rifornire le mense dei bisognosi, proponendo alle catene che aderiscono delle agevolazioni sulla tassazione. Questi sono alcuni esempi di come implementare la struttura a feedback a partire da piccole azioni quotidiane: così partendo dal basso è possibile immettere nella società comportamenti di ritorno dell’energia in uscita che, grazie alle ricompense individuali prospettate, si stratificherebbero e consoliderebbero nei comportamenti sociali prevenendo il disfacimento dell’ambiente umano e naturale.