LB5P_075_LEGO – BUILD ENGLISH

Progetto presentato da Marco Lozzi

Le lavagne interattive, nelle aule, stanno raggiungendo una diffusione importante. Il tema dell’integrazione della didattica sui tablet, invece, che fino a pochi anni fa era inesistente, inizia ad affermarsi come la più importante innovazione tecnologica nel mondo della scuola, tanto che non si può pensare ad una didattica su lavagne interattive che non preveda anche i tablet.   Il produttore di giocattoli Lego è sempre stata molto attento alla crescita dei bambini, per questo motivo da oltre 30 anni si occupa anche del loro sviluppo cognitivo attraverso la divisione ” Lego Education”.

L’idea proposta si localizza,  sostanzialmente, nella fascia d’età che va dai 4 agli 11 anni,  ed ha come mission quella   di   iniziare   a sviluppare la conoscenza della lingua inglese, facendo sembrare la cosa quasi un gioco. Una sorta   di divertimento.

Si vuole ricercare un linguaggio universale  per la lingua Inglese, e farlo proprio attraverso le costruzioni della Lego.

Il bambino, attraverso una semplice interfaccia grafica, cliccando sulla parola in lingua inglese, di cui in un primo momento non ne conosce assolutamente il significato, vedrà, in pochi secondi , che i mattoncini si attiveranno per costruire ciò che quella parola rappresenta effettivamente. Questa strategia, sarebbe articolata in più apps di livelli crescenti, da scaricare di volta in volta, in modo che  il grado di difficoltà delle parole aumenta di conseguenza.

Le caratteristiche, quindi,  che contraddistinguerebbero questa strategia sono: immediatezza, facilità di comprensione, spensieratezza, gioco.

La strategia, inoltre, ripercorrerebbe appieno, quelli che sono i cardini fondamentali del Gruppo Lego e che riguardano la vision ( to invent the future of the play); la mission ( develop and builders of Tomorrow); e i valori ( imagination, fun , creativity, learning, caring, quality).

Tale strategia ha due caratteristiche che, per Lego, devono caratterizzare l’apprendimento: engaging (curiosità e voglia di imparare); hands on (learnign by making, doing).

La fascia d’età è 4 – 11 anni, perché la capacità di memoria dei bambini, nel periodo dai sei ai dieci anni, subisce un cambiamento determinante in quanto passa da un codice prevalentemente uditivo e visivo ad uno semantico. La parola subentra all’ immagine  nell’ espressione dei concetti, e le conoscenze si organizzano secondo un ordine gerarchico, tipico della memoria a lungo termine.  Proprio attraverso Lego – Build English, i bambini sarebbero in grado di associare facilmente un concetto anche ad una parola di lingua inglese.