LB4P_093_Autonomia LowCost: Creare Protesi con Stampanti 3D

Progetto proposto da Marco Tofani e Marco Savo

 

In un periodo storico in cui il governo italiano si trova di fronte all’esigenza di rispettare gravosi obblighi di bilancio, la spesa sanitaria – che grava per circa il 70% sul bilancio delle regioni – deve andare incontro a razionalizzazioni di spesa. Con tale affermazione non si auspica ad un taglio iniquo ed indiscriminato di finanziamenti, ma un investimento intelligente delle risorse disponibili. Abbiamo la necessità di trovare soluzioni efficaci ed efficienti per garantire al maggior numero di persone il diritto alle cure e alla riabilitazione. Autonomia LowCost si inserisce in una dimensione democratica e di condivisione collettiva, per realizzare protesi con costi di produzione nettamente inferiori rispetto ai sistemi attualmente esistenti, mediante l’utilizzo delle nuove tecnologie, quali stampanti 3D e le risorse del Web 2.0. Il progetto consiste nella stampa di protesi modulari e componibili, per restituire alle persone con disabilità la propria autonomia nella vita di tutti i giorni. Dai nostri studi preliminari, siamo in grado di affermare che tale idea progettuale è in grado di abbattere di almeno il 70% i costi di produzione. Utilizzeremo codici OpenSource e condivideremo il lavoro sul web, per aprire il confronto con altri professionisti nella ricerca di strategie comuni, conferendo al progetto un’area d’intervento di ampio respiro. Una volta avviata la sperimentazione in Italia, si aprirebbero ottime possibilità per l’esportazione dei risultati in altri stati, soprattutto nei contesti con maggiori difficoltà. La consapevolezza di formazione e di informazione, la necessità di fare rete e di coinvolgere intere comunità per la tutela dei Beni Comuni, sono punti fondamentali del progetto Autonomia LowCost: un primo passo verso l’internazionalizzazione del sapere e della conoscenza volta a migliorare le condizioni di salute delle persone attraverso percorsi etici e sostenibili.